Calcio

Monopoli-Sicula Leonzio: le pagelle dei protagonisti

Solo un punto a testa nella sfida tra biancoverdi e bianconeri (siciliani per l’occasione con addosso una livrea diversa dai colori tradizionali). Pareggio non del tutto equo se consideriamo le chiare occasioni da rete da una e dall’altra parte. Un punto a testa in un contesto d’insieme che non può certo essere del tutto disconosciuto. In fondo, nel recente passato queste tipologie di partite da queste parti, hanno fatto conoscere anche più cocenti delusioni.

MONOPOLI:

Bardini 6.5 Fa gli straordinari sulla prima conclusione di Foggia, sulla cui ribattuta nulla può quando Marano ribadisce in gol. I buchi modello emmental nella difesa biancoverde non sono certo causa dell’estremo fiorentino.

Ferrara 6 La fase meno avanzata se la cava a fasi alterne. Delittuosi i varchi venuti a crearsi in peina area biancoverde, nei cui, i siciliani non hanno avuto la lucidità necessaria per punire gli avversari ..per fortuna.

Bacchetti 6 Non ha ancora acquisito quel ritmo partita che in passato lo ha spesso contraddistinto. Pur di opporsi alle avanzate ospiti, finisce quasi per rimetterci il duodeno, specie sulla potente conclusione di Foggia nella ripresa.

Mercadante 6 Deputato soprattutto a tenere a bada le avanzate laterali ospiti. Il suo lo ha fatto, senza brillare, ma lo ha pur fatto.

Bei 5.5 Ha alternato cose di egregia fattura, ad errori abbastanza macroscopici. Non saranno mica certe sirene di mercato a metterlo tra l’incudine e il martello?

Zampa 6 Utile ruba-palloni. Si becca un giallo che a maglie invertite (stranamente) non abbiamo visto assegnare.

Scoppa 6 Seppur nell’incostanza, rischia anche di mettere a segno la rete del sorpasso allo scadere del primo tempo, con un gran bel tiro al volo su perfetto schema. Gli fa difetto la troppa leziosità, oltre alla non eccelsa reattività nelle ripartenze.

Donnarumma 6 Moto perpetuo. Scodella palloni nel mezzo, anche se non del tutto precisi come si conviene.

Sounas 6.5 Entra in nel vivo di diverse azioni offensive. L’ellenico non fa una grinza, sia se deve reggere da solo la fase sulla trequarti, che in compagnia dopo l’innesto di Mavretic nella ripresa. Onnipresente.

Sarao 6 Gran gol da autentico ariete d’area. Oltre al prezioso pareggio, non gli riesce di incidere come la sua volontà continuava imperterrita a suggerirgli.

Genchi 6 Se la gioca spesso e volentieri sul filo del fuorigioco, finendo causa sfortuna per soccombere nel duello.

(57’ Benassi 6 Esordio più che dignitoso per il difensore versiliano).

(69’ Mavretic 5.5 Temporeggia un po’ troppo col pallone tra i piedi. Il suo ingresso era stato programmato appositamente per sveltire le azioni).

(89’ Longo SV) In campo solo per gli ultimi quattro minuti.

Mister Scienza 6.5 Deve rinunciare quasi all’ultima ora a Rota – a causa di un fastidiosissimo attacco di colite acuta. Non batte ciglio alcuno, spedendo Bei su quella posizione, ruolo già ricoperto dal difensore umbro in stagione. Subisce la rete del vantaggio ospite su sospetto fallo sulla mediana non sanzionato dall’arbitro. E’ mancato quel pizzico di buona sorta che gli avrebbe permesso di raggiungere l’intera posta in palio. Ha preferito non rischiare di capitolare nei contropiede quando, ha preferito nella seconda parte della ripresa, tenendo le uniche punte di ruolo in panchina che gli avrebbero – teoricamente – consentito di provare almeno gli ultimi assalti. Cappiello era comunque in panchina per onore di firme – non si è potuto allenare per infortunio.

SICULA LEONZIO: Narciso 6.5; Pollace 6, Gianola 6, Aquilanti 6, Squillace 7; Marano 6.5 (64’ D’Angelo 5.5), Esposito 6; Bollino 5.5 (73’ De Felice SV), Foggia 6 (73’ Lescano SV), Russo F. 6. Mister Diana 6.5 Deve ridisegnare la squadra – un po’ per scelta, un po’ per costrizione – e per cui costretto a snaturare in parte quella verve capace di recente di fargli raggiungere buoni risultati.

Commenti



Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top