Calcio

Monopoli, che ti succede?

Sembrava essere la favola del campionato di Serie C. Un avvio sprint, primo posto, miglior difesa del girone: tutte premesse per una buona stagione, grazie anche ad un organico allestito con criterio rispetto agli altri due anni di serie C. Giocatori di esperienza e di categoria sembravano aver dato più concretezza e affidabilità.

Poi però qualcosa è successo, l’incantesimo sembra essersi rotto. Nelle ultime otto partite, un solo pareggio e sette sconfitte che hanno fatto scivolare il Monopoli persino fuori dalla zona play-off. Non solo, nelle ultime due partite sono state messe a segno soltanto due reti contro le dodici subite. Numeri che hanno invertito il trend positivo di inizio campionato e che hanno portato i biancoverdi dai sogni di gloria a cinque punti dalla zona play-out.

Ed è così che ritornano i fantasmi del passato, con gli ultimi due campionati di C che hanno visto una partenza sprint salvo poi raggiungere la permanenza in terza serie ai play-out nel primo anno e all’ultima giornata nel secondo.

Ma come è possibile che una squadra di “fenomeni” possa aver cambiato connotati? E’il sintomo che qualcosa non va, e adesso servirà una svolta. Non sappiamo ancora se, a farne le spese, sarà l’allenatore.

Chiaro che, al momento, la squadra è in linea con gli obiettivi stabiliti ad inizio campionato, ovvero fare meglio di quanto fatto nelle passate stagioni. Ma il margine di distanza dalle zone calde della classifica si è assottigliato e bisognerà imprimere la giusta determinazione per evitare che la situazione sfugga di mano…

Servirà ricompattare l’ambiente, amareggiato dai risultati e da questo andamento negativo. Nonostante le polemiche iniziali sul numero di spettatori, ritenuto poco soddisfacente dai vertici societari, siamo certi che l’ambiente monopolitano saprà ricompattarsi e dare man forte nei momenti difficili così come ha sempre fatto.

 

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top