Calcio

Conosciamo il prossimo avversario del Gabbiano: il Trapani di mister Calori

Dopo aver disputato quattro stagioni consecutive in Serie B con alterne fortune (ha sfiorato la storica promozione nel massimo campionato, perdendo lo spareggio col Pescara nel 2016), tornato in C, ha come principale obiettivo quello di centrare la promozione diretta. Il Trapani Calcio (Foto-Joe Pappalardo/Trapanicalcio.it) del patron Vittorio Morace, con l’attuale stagione  partecipa per la 32.ma volta a un campionato di terzo livello. E’ allenato dall’aretino Alessandro Calori, sulla panchina siciliana da inizio dicembre 2016 dopo l’esonero di Serse Cosmi. I granata, dopo aver battuto il Catania nel derby siciliano, hanno agganciato proprio gli etnei in seconda posizione a quota 34 punti, tre in meno del capolista Lecce. Nel proprio cammino, in 16 gare disputate, hanno vinto 10 volte (7 in casa, 3 fuori); pareggiato 4 volte – equamente distribuiti tra gare in casa e in trasferta – a fronte di 2 sconfitte, maturate entrambe lontano dal terremo di gioco di casa. Nello schema seguente il cammino nelle gare disputate in trasferta: sconfitta 2-1 a Lecce, vittoria 1-3 contro la Juve Stabia, 0-0 a Pagani, sconfitta 1-0 a Fondi, vittoria 0-3 a Bisceglie, 3-3 a Matera, vittoria  0-1 ad Andria. Hanno totalizzato in tutto 30 reti, subendone 12 (11 fatte, 7 subite lo score in trasferta). Maggiori realizzatori con 5 goal ciascuno sono, l’ex biancoverde Jacopo Murano, nonché il brasiliano Reginaldo. Il Trapani fa registrare un’età media di poco superiore ai 25 anni e mezzo. Nella rosa ufficiale di prima squadra – complessivamente 26 elementi – sono compresi 4 stranieri: i brasiliani Reginaldo e Dambros, il montenegrino Bajic, oltre al francese Taougourdeau. Mister Calori potrebbe optare ancora una volta per utilizzare il 3-5-2: tra i pali l’ex Furlan protetto dalla terza linea formata da, Fazio, Legittimo e Visconti. Chiavi del centrocampo nelle mani di Palumbo, con gli interni Maracchi e Steffè, e con i due esterni Rizzo e Marras a completare il reparto. Fase offensiva affidata dalla esperta coppia Evacuo-Reginaldo, con Murano pronto a subentravi. Unico precedente contro i biancovedi in gare di campionato è quello del 27 marzo 1994. Si giocava il campionato di Serie C2, la cui gara terminò con un risultato a reti bianche (il Trapani vinse il campionato – il Gabbiano si piazzò in sesta posizione, ma con una stagione culminata con il disimpegno del Cav. Pasquale Bellomo che non intese continuare l’avventura calcistica non iscrivendo la squadra alla successiva stagione.

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top