Calcio

Serie C/girone C: rewind 14^ giornata

Lecce sempre più mattatore del girone. I giallorossi allenati da Fabio Liverani espugnano di slancio il “De Simone” di Siracusa, come  voler dire alle altre rivali che chi comanda, almeno al momento, sono soltanto loro. Goal e tanta sostanza per consolidare la meritata leadership. Alle spalle dei salentini soltanto il Catania tiene il passo. Unico squillo di Caccetta, e gli etnei superano il Catanzaro, seppur col minimo scarto. Il Trapani si fa rimontare per l’ennesima volta. Così come fu contro il Catanzaro in casa, stavolta i granata (in vantaggio di tre reti) si fanno nuovamente raggiungere dal Matera sul terreno del “XXI Settembre/F. Salerno”. Alle iniziali marcature di Silvestri, Maracchi ed Evacuo, prima risponde Urso, e poi un doppio Giovinco dagli undici metri. Ancora uno stop per il Monopoli. I biancoverdi conoscono la prima sconfitta interna di campionato e si fanno raggiungere in classifica dal Francavilla. Ed a proposito di Virtus. A condannare alla sconfitta una siciliana, sono proprio due siciliani: infatti, le reti di Saraniti e Madonia sono più che sufficienti per la squadra di D’Agostino a che si potesse battere l’Akragas. Torna al successo il Cosenza. La squadra allenata da Piero Braglia supera col minimo scarto la Juve Stabia. La Casertana di giustezza fa suo il derby di Campania. Di Alfageme, Carriero e Marotta gli acuti dei falchetti, alle spese di un’arrendevole Paganese. Termina sul pari e reti il derby pugliese tra Fidelis Andria e Bisceglie. Per i federiciani è giunto il decimo pareggio stagionale. Infine, il Racing Fondi di Antonello Mattei, regola la Sicula Leonzio, compiendo un ulteriore passo verso la zona tranquilla della classifica.

DIAMO UN PO’ DI NUMERI

67, come il minuto di gioco della curiosa espulsione comminata ai danni del tecnico del Rende Trocini. Curiosa perché, pochi istanti prima è il Monopoli a protestare per un fallo evidente subito in area: avrà chiesto forse l’ammonizione di Sounas per simulazione? Sfioreremmo il ridicolo.

35, come il numero abbinato all’arbitro nel libro della smorfia. L’arbitro, sta diventando sempre più sinonimo di episodi dubbi a sfavore del Monopoli, tanto da venirne (il Gabbiano stesso) psicologicamente condizionato nelle performance.

24, come le reti siglate sin qui in campionato da Lecce e Trapani. Dati che rendono le due compagini quelle con il miglior attacco del girone.

23, come le reti complessive incassate dalla Paganese; peggior difesa.

21, come le ventuno reti siglate nella giornata calcistica, delle cui, quasi un terzo provengono dalla sfida tra Matera e Trapani.

13, come il dato positivo della miglior differenza reti; in favore di Catania e Trapani.

11, come il numero di maglia indossato da Rossini. La rete del trequartista del Rende non farebbe una piega in termini statistici, se non fosse che è stato siglato in data 11-11. Undici, volendo essere pignoli, sono anche le stagioni calcistiche nelle cui mancava la sfida tra biancoverdi e biancorossi (Serie C2 – stagione 2006-07), quando il Monopoli si aggiudicò ambedue le sfide di campionato.

10, come il maggior numero di vittorie totali in campionato, ad appannaggio del capolista Lecce.

10, come anche il decimo pareggio stagionale della Fidelis Andria. Se non è un record in 13 partite disputate poco ci manca.

9, come il dato relativo alle reti siglate complessivamente da Akragas e Fidelis Andria, ambedue col peggior arsenale offensivo.

7, come le sette reti complessive incassate dal Monopoli, che rimane la squadra con la difesa meno violata del girone.

7, come anche il dato relativo ai maggiori realizzatori del raggruppamento, ad appannaggio di Beppe Genchi, ora appaiato dal salentino Di Piazza.

7, come il settimo allenatore in ordine cronologico ad essere sollevato dall’incarico in stagione: Valeriano Loseto non è più il mister della Fidelis Andria. Probabilmente in giornata la nomina del suo successore.

3, come gli stop complessivi del Monopoli in campionato. Dopo i precedenti due, entrambi maturati lontano dal “Veneziani”, arriva anche il primo in casa per mano del Rende.

1, come l’unica squadra ad aver totalizzato in campionato un solo pareggio, ad appannaggio del vice-capolista Catania.

Riepilogo risultati

Casertana-Paganese 3-0, Catania-Catanzaro 1-0, Cosenza-Juve Stabia 1-0, Fidelis Andria-Bisceglie 0-0, Matera-Trapani 3-3, Monopoli-Rende 0-1, Racing Fondi-Sicula Leonzio 2-1, Siracusa-Lecce 1-3, Virtus Francavilla-Akragas 2-0. Ha riposato: Reggina.

La classifica

LECCE 33; CATANIA 28; TRAPANI 25; SIRACUSA 23; MONOPOLI e VIRTUS FRANCAVILLA 22; RENDE 20; MATERA 18; JUVE STABIA e REGGINA 17; BISCEGLIE 16; CATANZARO* e COSENZA 15; RACING FONDI e SICULA LEONZIO* 13; CASERTANA 12; FIDELIS ANDRIA e PAGANESE 10; AKRAGAS 9.

Matera 1 punto di penalizzazione / (*) Catanzaro e Sicula Leonzio una gara in meno.

Speciale marcatori

7 reti: Di Piazza (LEC), Genchi (MON/2 rig); 6 reti: Saraniti (VFR/1 rig); 5 reti: Alfageme (CAS), Catania (SIR/2 rig), Curiale (CAT), Caturano (LEC/1 rig), Giovinco (MAT/2 rig), Murano (TRA/1 rig), Paponi (JST/1 rig); 4 reti: Evacuo (TRA), Lodi (CAT/3 rig), Scardina (SIR), Scarpa (PAG/3 rig). Altri marcatori/MONOPOLI: Sarao 3 reti; Mercadante e Paolucci 2 reti; Scoppa e Sounas 1 rete.

La prossima (15^ giornata)

Akragas-Fidelis Andria, Juve Stabia-Catania, Paganese-Racing Fondi, Sicula Leonzio-Casertana, Trapani-Virtus Francavilla (sabato, ore 14:30); Rende-Matera (sabato, ore 16:30); Bisceglie-Monopoli, Lecce-Reggina (sabato, ore 20:30); Catanzaro-Cosenza (domenica, ore 14:30). Riposa: Siracusa.

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top