Calcio

Serie C/girone C: rewind 15^ giornata

Il quindicesimo appuntamento stagionale non ha lesinato in fatto di emozioni, nonché con qualche sorpresa. Nei due derbies in programma hanno prevalso le squadre di casa; mentre, in vetta nulla è cambiato nelle prime tre posizioni. Il Rende fa un deciso passo in avanti balzando in quarta posizione. Ancora uno stop per il Monopoli – il terzo consecutivo. Manita della Fidelis Andria sul neutro di Siracusa, con l’Akragas nuova lanterne rouge in solitaria. Al “Via del Mare” succede tutto nel primo tempo: il Lecce di Fabio Liverani, prima tentenna andando sotto di due reti con la Reggina (doppio Bianchimano), poi rimonta e porta a casa 3 punti d’oro (di Torromino, Ciancio e Tsonev le reti del capolista). Il Catania espugna il “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia. Vale quasi platino lo squillo di Mazzarano al 92’. Il Trapani liquida la pratica Virtus Francavilla; mentre il Rende (doppio Actis Goretta), supera l’irriconoscibile Matera. Il Bisceglie in rimonta fa suo il derby pugliese; mentre il Catanzaro s’aggiudica quello calabrese alle spese del Cosenza di Piero Braglia. Paganese-Racing Fondi e Sicula Leonzio-Casertana terminano senza grossi sussulti entrambi sulla parità.

DIAMO UN PO DI NUMERI                                                                                                                                                                                                       92 come il minuto di gioco in cui l’etneo Mazzarano mette a segno al “Menti” di Castellammare il pesantissimo gol-partita.

56, come l’anno di nascita del neo allenatore della Fidelis Andria Aldo Papagni. Il suo arrivo è coinciso con la prima vittoria dei federiciani.

30, come il dato delle reti complessive siglate nella giornata. Record per la stagione.

27, come le ventisette reti siglate complessivamente in stagione da Lecce e Trapani, miglior attacco in condominio.

26, come le ventisei reti subite in campionato dall’Akragas, squadra con la peggiore difesa del girone.

+15, come la migliore differenza reti. Dato condiviso da Catania e Trapani.

11, come il dato relativo alla squadra col maggior numero di vittorie: il Lecce.

10, come il dato relativo alla squadra col maggior numero di pareggi: la Fidelis Andria.

10, come anche le dieci reti complessive realizzate in campionato dall’Akragas, squadra meno prolifica.

9, come il dato relativo alla squadra avente la migliore difesa e le relative reti subite, ad appannaggio del Monopoli.

7, come le sette reti siglate dai capocannonieri del girone, Genchi del Monopoli, nonché dal leccese Di Piazza; nonostante i due bomber non abbiano timbrato il tabellino nella giornata.

5, come le cinque reti della straripante Andria. Non sappiamo se mister Papagni abbia una innovativa bacchetta modello Mago Silvan, visto che ha messo a segno la prima vittoria in campionato appena insediatosi sulla panchina dei federiciani.

3, come la terna arbitrale tutta pugliese che ha diretto il derby Bisceglie-Monopoli: Salento ampiamente rappresentato, con gli assistenti tarantino e brindisino, nonché Prontera della sezione di Bologna ma, che è leccese ha tutti gli effetti.

3, come le preoccupanti tre sconfitte consecutive cha hanno ridimensionato il cammino del Monopoli, non più simpatica sorpresa del campionato.

1, come il dato relativo all’unica sconfitta subita sin qui in campionato, che fa del Lecce la squadra meno battuta del girone.

1, come l’unico pareggio in campionato acquisito dal vice-capolista Catania. Quella etnea è la squadra che ne ha totalizzati meno di tutte.

Riepilogo risultati                                                                                                                                                                                                Akragas-Fidelis Andria 1-5, Bisceglie-Monopoli 2-1, Catanzaro-Cosenza 2-1, Juve Stabia-Catania 0-1, Lecce-Reggina 3-2, Paganese-Racing Fondi 2-2, Rende-Matera 2-0, Sicula Leonzio-Casertana 1-1, Trapani-Virtus Francavilla 3-1. Ha riposato: Siracusa.

La classifica                                                                                                                                                                                                              LECCE 36; CATANIA 31; TRAPANI 28; RENDE e SIRACUSA 23; MONOPOLI e VIRTUS FRANCAVILLA 22; BISCEGLIE 19; CATANZARO* e MATERA 18; JUVE STABIA e REGGINA 17; COSENZA 15; RACING FONDI e SICULA LEONZIO* 14; CASERTANA e FIDELIS ANDRIA 13; PAGANESE 11; AKRAGAS 9.                                                                                                                                                                                               Matera 1 punto di penalizzazione / (*) Catanzaro e Sicula Leonzio una gara da recuperare. 

Speciale marcatori                                                                                                                                                                                                           7 reti: Di Piazza (LEC), Genchi (MON/2 rig); 6 reti: Saraniti (VFR/1 rig); 5 reti: Alfageme (CAS), Bianchimano (REG), Catania (SIR/2 rig), Curiale (CAT), Caturano (LEC/1 rig), Giovinco (MAT/2 rig), Murano (TRA/1 rig), Paponi (JST/1 rig), Scaringella (AND); 4 reti: Evacuo (TRA), Cesaretti, Jovanovic (BIS/1 rig), Letizia (CTZ), Lodi (CAT/3 rig), Reginaldo (TRA), Scardina (SIR), Scarpa (PAG/3 rig). Altri marcatori/MONOPOLI: Paolucci e Sarao 3 reti; Mercadante 2 reti; Scoppa e Sounas 1 rete.

La prossima (25 novembre)                                                                                                                                                                                   Fidelis Andria-Trapani (ore 14:30); Cosenza–Sicula Leonzio, Monopoli-Juve Stabia, Racing Fondi-Lecce, Reggina-Bisceglie (ore 16:30); Casertana-Rende, Matera-Virtus Francavilla (ore 18:30); Catania-Akragas, Siracusa-Catanzaro (ore 20:30). Riposa: Paganese.

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top