Calcio

Monopoli-Rende, Tangorra: “Non credo di essere vittima di un contraccolpo psicologico. Lavoriamo per eliminare i difetti”

La delusione per il risultato, nonché per la prestazione collettiva della squadra è percepibile a livello epidermico. Mister Tangorra, pur mantenendo la sua solita proverbiale aplomb, lascia trapelare qualche smorfia dovuta all’amarezza della seconda sconfitta consecutiva. Equilibrio e self-control prima di tutto. Infatti, la sua analisi resta in linea con tutte quelle fatte in precedenza, quando le cose andavano più che bene.

“Non è la fortuna a fare al differenza. Oggi non siamo stati lucidi nel finalizzare; ma, sotto l’aspetto dell’impegno mi sembra che sia stato quello giusto. –  Apre così il tecnico d’origini baresi, su quanto possa entrare in gioco la fortuna o la sfortuna in determinate partite –  Abbiamo concesso palle gol per via di qualche nostra distrazione, anche durante il primo tempo. Alla fine il Rende non ha rubato nulla. Gli avversari hanno fatto la loro partita, cercando di contenere. Abbiamo sicuramente fatto meno bene rispetto alle ultime partite. – Sul fatto che la squadra possa subire un contraccolpo dopo queste due sconfitte consecutive (ricordiamo anche che, il Monopoli ha incamerato 4 punti nelle ultime  quattro gare giocate (5 giornate considerando il turno di riposo osservato il 4 novembre scorso) – Abbiamo fatto bene nelle precedenti gare. Oggi, invece, siamo stati meno lucidi e meno incisivi del solito nella finalizzazione. Non mi è sembrata una squadra che non ha prodotto gioco, o che non ha creato situazioni per andare a rete. Il calcio è spesso fatto di episodi: a Pagani abbiamo creato poche occasioni gol ed abbiamo vinto (ad esempio); a Catanzaro abbiamo realizzato due goal se non sbaglio, ma non ci sono stati convalidati. Ora, dobbiamo metabolizzare le ultime due sconfitte, così come abbiamo fatto quando le cose andavano bene, con lo stesso equilibrio. Non dobbiamo dare più di tanto importanza e credere di essere vittima di un contraccolpo psicologico”. Si ritorna per un attimo sull’ennesimo episodio penalizzante – il presunto rigore in occasione del presunto fallo subito nel secondo tempo ai danni di Sounas – “Non vorrei soffermarmi più di tanto sugli episodi a noi sfavorevoli; da allenatore non posso attaccarmi a questi episodi che ci penalizzano. Dobbiamo cercare di migliorare questa squadra, cercando di migliorare laddove ci sono dei difetti. L’obiettivo del Monopoli sin dall’inizio della stagione resta quello di cercare di divertire i tifosi, provando a fare un campionato dignitoso. Sin qui, mi sembra, che siamo in linea con gli obiettivi che ci eravamo prefissati”.

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top