Futsal

Il Latina vince il posticipo, Cisternino Ko

Detto fatto: eravamo certi che lo spettacolo oltre che sul parquet ci sarebbe stato sugli spalti e così è avvenuto. Due tifoserie meravigliose, che si sono date battaglia con eleganza e tanta passione, sono state lo spot migliore per questo sport e non possiamo che, ancora una volta, ringraziare, lodare e complimentarci con tutti i tifosi che anche in un giorno feriale come questo, hanno “macinato chilometri” per supportare la propria squadra.
La partita è spettacolare, il Latina inizia col piede giusto e il Cisternino sembra non essere sceso proprio in campo, almeno nei primi 8’, schierando poi fin dal primo tempo il portiere di movimento che almeno inizialmente fa poco male alla squadra nerazzurra.
La musica non cambia neanche nella seconda frazione e il Cisternino non trova nessun escamotage per ribaltare una gara che meritatamente va alla squadra laziale.
Tra pochi giorni la gara interna col Kaos, per capire davvero di che pasta siamo fatti.

La partita – Basile recupera Leggiero e sceglie di tenere fuori dai convocati Eduardo. Micoli tra i pali, Leggiero, Franklin, Paulinho e Fabinho il quintetto base, con Mannino che risponde con Basile, Paulinho, Bernardez, Battistoni e Maluko.
L’inizio è catastrofico, nel giro di 5’ il Latina è già sopra di tre reti, con Maluko, Bernardez e Raubo, il Cisternino non sembra trovare sbocchi, ma è Pina a dare per qualche istante un lume di speranza, siglano il 3-1.
Leggiero è ingenuo all’ottavo minuto e atterra Maluko, dal dischetto poi Bernandez supera De Simone e riporta i suoi sopra di tre.
Mister Basile opta per il portiere di movimento sin da subito e dopo parecchie azioni offensive è Josiko a trovare la rete dopo il filtrante di Bruno.
Nel secondo tempo, il Cisternino non riesce a capovolgere la situazione, Fabinho sigla il terzo goal per la squadra giallorossa, ma Bernardez regala la vittoria alla squadra del tecnico Mannino.
6-3 alla sirena finale.

Postpartita – Al termine della gara, parola al tecnico Piero Basile: “La mia squadra non è mai stata in partita, abbiamo sbagliato l’approccio. Ci abbiamo provato con il portiere di movimento, ma abbiamo subito goal ingenui che ci hanno tagliato le gambe – ha detto l’allenatore giallorosso -. Abbiamo preso il loro sesto goal nel nostro momento migliore, ma non abbiamo mai avuto la sensazione di poter riprendere la gara”.

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top