Calcio

Serie C/girone C: il rewind dell’11^ giornata

Non si può certo negare, è stato un turno di campionato particolarmente emozionante. In attesa del posticipo tra Lecce e Cosenza, il Monopoli mantiene il passo e prenota anche per il prossimo turno (riposa come da calendario) la seconda piazza. Infatti, se il Gabbiano ha sorvolato alto sul “Torre” di Pagani imponendo la legge del più forte, il Catania è incappato nel terzo stop stagionale che incomincia a far riflettere gran parte degli addetti ai lavori. Dopo Casertana, Sicula Leonzio, la Reggina è la terza avversaria indigesta ai rossazzurri. Merito ai calabresi di mister Maurizi che, grazie a una doppietta di Bianchimano, zittisce gli etnei giunti al “Granillo” con velleità di cancellare la sconfitta interna della settimana prima. Ancora un passo in avanti per Siracusa, Sicula Leonzio e Juve Stabia. Gli aretusei raggiungono la terza posizione in classifica battendo di misura la Virtus Francavilla. Prezioso successo della Sicula allenata da Pino Rigoli che “regola” col più classico dei risultati l’Akragas – di D’Angelo e Bollino le marcature. Ancora una vittoria per le Vespe vesuviane che hanno la meglio su un seppur coriaceo Rende. Il Trapani di Alessandro Calori fa la voce grossa andando ad espugnare il “Ventura” di Bisceglie. Soltanto un pareggio a reti bianche tra Racing Fondi e Casertana; altrettanto dicasi per la sfida tra il Catanzaro e l’Andria. Per la Fidelis di Valeriano Loseto arriva anche il settimo pareggio su dieci incontri disputati.

DIAMO UN PO’ DI NUMERI

93, come il minuto del gol del sorpasso definitivo della Reggina ai danni del Catania – ugualmente di Bianchimano, sia l’acuto del primo squillo, che quello a tempo scaduto per gli amaranto.

86, come la classe (cristallina) di Michele Paolucci, autore della sua seconda perla in campionato nonostante un minutaggio striminzito per via, ancora, delle sue poche presenze.

62, come nel libro della Smorfia equivarrebbe a “colpire il palo” – o la traversa. Come quella colta da Cesaretti della Paganese.

22, come l’età media della squadra più giovane in assoluto: l’Akragas. Con la media di 27 anni, il Catania è la squadra più anziana.

17, come lo score relativo alla squadra più prolifica del raggruppamento (il Lecce). Segue il Monopoli con un gol in meno.

+11, come la differenza reti positiva del vice-capolista Monopoli.

11, come anche lo striminzito score delle reti, parziali, siglate in questo (guarda caso) 11.mo turno di campionato.

7, come il seppur ritoccabile dato delle vittorie del capolista Lecce, squadra col maggior numero di successi in campionato.

7, come anche il dato relativo al peggior attacco, ad appannaggio di, Casertana, Cosenza, Andria, Paganese e Fondi.

7, come il re dei goal Beppe Genchi. Non è il 7.mo re di Roma, ma lo è fieramente del Monopoli. Non è andato a rete a Pagani, ma mantiene saldamente il comando della speciale classifica; in attesa di tornare a colpire già dalla trasferta di Catanzaro il prossimo 7 novembre.

6, come il numero di sconfitte a testa per Casertana e Racing Fondi – le più battute del girone – che, manco a farlo apposta si sono incontrare senza riuscire nell’intento di superarsi.

4, come il quarto successo esterno del Gabbiano (meglio del capolista Lecce fermo a 3).

1, come il numero delle sconfitte totali in campionato per Lecce e  Monopoli. I salentini, in via teorica, possono però cedere lo speciale primato lunedì sera.

0, come ancora lo scomodo primato della Fidelis Andria. Unica squadra a non aver ancora mai ottenuto una vittoria in campionato.

Riepilogo risultati

Bisceglie-Trapani 0-3, Catanzaro-Fidelis Andria 0-0, Juve Stabia-Rende 1-0, Paganese-Monopoli 0-1, Racing Fondi-Casertana 0-0, Reggina-Catania 2-1, Sicula Leonzio-Akragas 2-0, Siracusa-Virtus Francavilla 1-0. Lecce-Cosenza (lunedì 30 ottobre, ore 20:45). Ha riposato: Matera.

La classifica

LECCE* 23; MONOPOLI 22; SIRACUSA 20; CATANIA 19; TRAPANI 18; MATERA e REGGINA 16; JUVE STABIA e VIRTUS FRANCAVILLA 15; RENDE 14; BISCEGLIE, CATANZARO* e SICULA LEONZIO* 12; AKRAGAS e RACING FONDI 9; CASERTANA e  COSENZA* 8; FIDELIS ANDRIA e PAGANESE 7.

Matera 1 punto di penalizzazione / (*) Catanzaro, Cosenza, Lecce e Sicula Leonzio una gara in meno.

Speciale marcatori

7 reti: Genchi (MON/2 rig); 5 reti: Caturano (LEC/1 rig), Di Piazza (LEC), Paponi (JST/1 rig), Saraniti (VFR/1 rig); 4 reti: Alfageme (CAS); Catania SIR/2 rig), Murano (TRA/1 rig) – Altri marcatori/MONOPOLI: Sarao 3 reti; Mercadante e Paolucci 2 reti; Scoppa e Sounas 1 rete.

Prossimo turno (sabato 4 novembre)

Siracusa-Paganese (ore 14:30); Catania-Bisceglie, Cosenza-Racing Fondi, Matera-Juve Stabia, Virtus Francavilla-Catanzaro (ore 16:30); Casertana-Reggina, Trapani-Akragas (ore 18:30); Fidelis Andria-Lecce, Rende-Sicula Leonzio (ore 20:30). Riposa: Monopoli.

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top