Calcio

Il Catania di mister Lucarelli, avversario infrasettimanale del Gabbiano

– Viaggia in seconda posizione con appena un punto in meno rispetto al capolista Monopoli. Deve battere l’accesa concorrenza di Lecce e Trapani, senza trascurare la forza dei biancoverdi –

Reduci da quattro successi consecutivi, e dall’ultimo acuto maturato al ‘San Vito/Marulla’ di Cosenza, i rossazzurri da questa stagione sono allenati dall’ex tecnico di Pistoiese, Tuttocuoio e Messina Cristiano Lucarelli. Quella attuale è la terza stagione di fila per il Catania in un campionato di terzo livello. Il club etneo, facente capo alla proprietà UDA Finaria (presidente è Davide Franco), tenta la scalata diretta alla Cadetteria con maggiore convinzione. Non c’è più il peso iniziale dei punti di penalità così come fu nelle precedenti due stagioni. Hanno sentito l’obbligo di rinnovare gran parte dell’organico della passata stagione di per se già piuttosto competitivo. Qui di seguito lo schema delle operazioni di calciomercato portate avanti dallo stesso tecnico livornese in stretta sinergia con il DS Argusio, e la supervisione del deux-ex-machina l’AD Pietro Lo Monaco.

Arrivi:

portieri – il classe ’99 Fabiani dalla Sambenedettese;

difensori – Tedeschi dal Cosenza, Semenzato dal Pordenone, Aya dalla Fidelis Andria, il classe ’96 Bogdan dal Vicenza, il ’96 Mirko Esposito dal Crotone, oltre all’ex Cosenza Blondett lo scorso anno al Livorno, il classe ’96 Lovric rientrato dal recedente prestito al HNK Sibenik;

centrocampisti – lo svincolato Lodi, Caccetta prelevato dal Cosenza;

attaccanti – Curiale dal Trapani, Ripa dalla Juve Stabia, il ’96 Correia Zé Turbo (lo scorso anno al Marbella, ma di proprietà Inter), il ’96 Rossetti dalla Vibonese, Calil* dal Livorno – che al momento è però fuori rosa.

Partenze:

difensori – Bergamelli alla Pro Vercelli, De Rossi (svincolato, poi accordatosi con la Sicula Leonzio), Baldanzeddu al Venezia, lo svincolato Drausio (accordatosi successivamente in Portogallo col Maritimo), il classe ’98 Biancola al Potenza, il senegalese Mbody al Spoltore, il ’95 Tino Parisi al Siracusa, il ’99 Noce in prestito al Chieri;

centrocampisti – Di Cecco (svincolato e poi accordatosi con la Sambenedettese), il ’95 Piermarteri svincolato (poi accordatosi col Gulliermo Brown), Scoppa al Monopoli;

attaccanti – Tavares al Catanzaro, il ’95 Mark Barisic alla Fidelis Andria, il classe ‘2000 Santoro al Troina, il ’99 Graziano al Rieti, Pozzebon alla Triestina, Anastasi al Catanzaro.

Confermati:

L’ex portiere del Monopoli Pisseri, l’altro portiere il ’96 spagnolo Martinez; i difensori, il gambiano ’98 Menneh, il croato Dj

ordjevic, Marchese; i centrocampisti, Biagianti, Bucolo, Fornito, il classe ’99 Di Stefano, Mazzarani e Russotto; l’attaccante classe ’96 Andrea Di Grazia.

Questo uno tra i più probabili schieramenti che Cristiano Lucarelli potrebbe adottare domani sera: (3-5-2) Pisseri; Aya, Tedeschi, Bogdan; Semenzato (Esposito), Biagianti, Lodi, Mazzarani, Djordjevic (Marchese); Di Grazia, Ripa. Sia da una che, soprattutto dall’altra parte, si registrano diversi ex. Partiamo da Pisseri che, com’è noto, ha difeso la porta biancoverde proprio con mister Tangorra in panchina nella stagione 2015-16; oltre a Lanzolla, Bacchetti, Scoppa e Paolucci. I rossazzurri hanno sin qui messo a segno 9 reti (1 in meno rispetto al Monopoli), a fronte di 2 reti subite – così come quelli subiti complessivamente dai biancoverdi in campionato. Lodi e Russotto, con 2 reti ciascuno, sono i maggiori realizzatori.

Precedenti storici nei confronti tra Catania e Monopoli disputati in Sicilia: Rossazzurri e biancoverdi si sono incontrati sette volte sul terreno etneo. Il Monopoli non è mai riuscito a spuntarla in gare ufficiali, uscendo sconfitto 3 volte (1987-88, 1991-92, 2016-17), e pareggiando nei restanti incontri, tutti con il medesimo risultato a reti bianche (1988-89, 1989-90, 1990-91, 2015-16).

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top