Calcio / Serie C

Tangorra: “Matera? Dovremo stare attenti. Ma noi abbiamo le nostre armi”

Manca ormai poco al match casalingo in programma questa sera al “Veneziani” tra Monopoli e Matera. Il tecnico dei biancoverdi, Massimiliano Tangorra, è consapevole che di fronte troverà un avversario duro.

“Temo il Matera perché ha un allenatore che fa giocare bene le sue squadre con elementi di qualità. Dovremo stare molto attenti a controbattere ogni tentativo di metterci in difficoltà.
Verranno qui per cercare di vincere, sempre attraverso il gioco come fanno le squadre di Auteri. Noi, dal canto nostro, potremo controbattere con le nostre armi”.

Monopoli che sarà visto con un occhio differente dagli avversari considerata la prima posizione in classifica.

“Adesso diventa più complicato: abbiamo il dovere di confermarci, e dobbiamo necessariamente dare continuità di risultati e prestazioni. Ritengo che la squadra sia disponibilissima come sta dimostrando. Grossi problemi non ne vedo ne me ne faccio. Il nostro obiettivo, lo ribadisco, è a breve termine: di partita in partita”.

Tra le note liete di questa settimana, il recupero di Paolucci che rientra tra i convocati di questa partita.

“Paolucci è molto pimpante e desideroso di recuperare il terreno perso per questo problema risolto. Anche lui dovrà arrivare di nuovo alla condizione ottimale per dare il contributo decisivo e importante per tutti. Non è ancora al massimo, stando fermo ha perso un po’ di confidenza con il campo e con l’intensità della gara. Ha grandi motivazioni, Michele è un esempio per tutti sia se gioca che non gioca. un giocatore e un valore importante per noi, soprattutto averlo ritrovato”.

Per concludere, Tangorra parla di quello che è il suo compito di placare i facili entusiasmi legati al momentaneo primato in classifica. Soprattutto in virtù dell’obiettivo stagionale che non è di certo quello di vincere il campionato.

“La mia esperienza mi porta a mantenere equilibrio, alla lunga paga. Esaltarsi troppo può far perdere la concentrazione e l’obiettivo che si ha davanti. I giudizi e condizionamenti esterni possono distogliere. Cerco di mantenere la squadra sull’obiettivo, ovvero giocare al meglio quella successiva. Ci siamo preparati non pensando da prima in classifica, ma pensando al Matera che verrà per cercare di vincere. Dobbiamo prepararci a questo con la massima umiltà. Quella mai dobbiamo perderla altrimenti faremmo il percorso inverso. Se giochiamo da squadra possiamo affrontare qualasiasi avversario e metterlo anche in difficoltà”.

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top