Calcio

Monopoli-Matera 2-0: … e se ne va!

– I biancoverdi tornano ad avere la meglio sul Matera dopo 5 stagioni. Il Gabbiano si traveste a piacimento da formica operaia e, prima stringe i denti per il forcing degli avversari, poi li colpisce e tramortisce con due colpi da knock-out degni del miglior Mike Tyson –

Cronaca/1’ tempo

Al 6’, Scognamillo dà l’impressione di indirizzare la sfera verso la linea di porta, ma Sarao la devia prima che questa possa beffare Bifulco. Un minuto dopo, Genchi in azione solitaria concludeva, ma la palla veniva intercettata e smorzata da un difensore. Al 9’, un tiro teso del brasiliano Angelo terminava a lato. Ancora due minuti più avanti, Battista con un tiro a giro che non andava lontanissimo dal palo alla sinistra dell’estremo di casa. Al 17’, Strambelli serviva Battista che spediva la sfera fuori sulla sinistra di Bifulco. Ancora Matera, quando al 20’ su una mischia in area monopolitana – in seguito a un corner battuto da Strambelli – Mattera ciccava la palla. Al minuto 28, Corado mancava la deviazione su assist di Casoli. Al 34’, replicava il Monopoli con una punizione calciata da Sounas che serviva la testa di Sarao che spediva però centrale, con conseguente presa di Golubovic. Ancora Monopoli, quando al 37’ Sarao concludeva con un gran tiro; ancora una parata dell’estremo sloveno. Cresceva sempre più il Gabbiano. Al 40’, calcio piazzato di Sounas per Scoppa; ne usciva una mischia in area materana, risolta dal fischio dell’arbitro che ravvisava una scorrettezza su Mattera. Subito dopo, tentava la conclusione Sounas dalla sinistra, ma la difesa puliva l’area spedendo in angolo. Al 42’, corner calciato sempre dal centrocampista ellenico, con palla indirizzata in piena area, dove l’inzuccata di Sarao sbloccava il risultato; 1-0 per i padroni di casa. Al 44’, gli ospiti abbozzavano una reazione, quando una punizione calciata da Strambelli sfilava fuori sulla destra dell’estremo difensore di casa. Terminava la prima frazione di gioco.

Cronaca/2’ tempo

Il Monopoli, galvanizzato dal vantaggio mostrava sempre più un atteggiamento di padronanza al cospetto della seppur ostica avversaria. Dopo appena sei giri di lancette, Rota si inseriva dalla destra, entrava in area ma veniva ostacolato da Casoli che commetteva un evidente fallo; calcio di rigore. Sul dischetto se ne incarica il capocannoniere Genchi che spiazza l’estremo materano; 2-0. Stadio Veneziani in visibilio per il doppio vantaggio. Al minuto numero 10, corner calciato dall’onnipresente Strambelli per l’accorrente Urso, il quale di testa alzava troppo la mira. Lo scampato pericolo donava ancora più forza ai ragazzi allenati da mister Tangorra, ma che preferivano non affrettare i tempi per ripartire con ficcanti contropiede. Al 26’, un’azione offensiva dei lucani veniva vanificata da un’evidente posizione di offside. Sartore correggeva in rete inutilmente su assist dell’ex Strambelli. Un minuto più tardi, Salandria spediva alto sugli sviluppi di un angolo. Al 34’, punizione decentrata (quasi un corner corto sul lato offensivo di destra), ma con conclusione che non sortiva effetto alcuno. Ci sarà un lungo recupero in seguito all’infortunio occorso a Bifulco intorno alla mezz’ora di gioco e, in pieno recupero si registrava l’ultima azione degna di nota, che capitava sui piedi dei padroni di casa: Sarao – sicuramente uno tra i migliori in campo – al minuto 51’, scagliava una forte sassata che veniva ugualmente bloccata dall’attento Golubovic. Non c’è più altro tempo. Il triplice fischio finale dell’arbitro giungeva in corrispondenza dell’urlo dei quasi tremila presenti, a coronamento di una partita, seppure inizialmente sofferta, che ha rafforzato il concetto di squadra si operaia, ma essenzialmente cinica e vincente.

Sabato prossimo toccherà alla Fidelis Andria con l’attesissimo derby tutto pugliese. Il Gabbiano farà bene a dare ragione a un certo Lorenzo Cherubini – in arte Jovanotti – affinché, la vertigine non sia paura di cadere … ma voglia di volare.

Tabellino

MONOPOLI-MATERA 2-0 (pt 1-0) – Reti: 42’ Sarao, 52’ Genchi (r)

MONOPOLI (3-5-2): Bifulco (59’ Bardini); Bei, Ricci, Ferrara; Rota, Scoppa, Zampa, Sounas (95’ Longo), Mercadante; Sarao, Genchi (76’ Ricucci). A disposizione-non entrati: Lobosco, Zibert, Paolucci, Souare, Lanzolla, Tafa, Cappiello, Russo, Bacchetti. All.: Tangorra.

MATERA (3-4-3): Golubovic; Scognamillo (60’ Sartore), Mattera, Sernicola; Angelo, De Falco, Urso (84’ Miciucca), Casoli; Strambelli, Battista (69’ Salandria), Corado (60’ Giovinco). A disposizione-non entrati: Mittica, Buschiazzo, Di Sabatino, Maimone, Tonti, De Franco. All.: Auteri.

Arbitro: Vincenzo Valiante della CAN di Salerno; assistenti, Pasquale Alessandro Netti di Napoli e Stefano Montagnani di Salerno.

NOTE – Ammoniti: Sounas (MO); Strambelli, Sartore e Sernicola (MT). Espulsi: nessuno. Angoli: 2-8. Recupero: 0’/6’. Serata tiepida appena ventilata, dal cielo poco nuvoloso; terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori 2602 (quota abbonati 942, e con circa duecento ospiti).

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top