Futsal

Futsal Cisternino, vittoria all’esordio in serie A!

Insomma, non è un sogno, ma vera e propria realtà. Un’ascesca straordinaria della Block Stem Cisternino, che vede il proprio culmine nella vittoria per 2-3 nella gara esterna con il fortissimo Pescara, vicecampione d’Italia e tra le serie candidate al successo finale del campionato.
E invece il guizzo vincente è quello giallorosso, che con la spensieratezza della prima volta e il coraggio dei giorni migliori, è andato a rovinare l’esordio ai delfini e rendere indimenticabile il proprio.
E i margini di miglioramento sono davvero ampi: nel primo tempo il Cisternino ha tenuto il pallino del gioco in mano, bussando più volte alla porta abruzzese e scardinandola solamente nella seconda metà della prima frazione con un sinistro chirurgico di De Matos, poi, spesso e volentieri, è stato Pietrangelo, preferito a Capuozzo, a tenere a galla i suoi; nel secondo tempo la storia si è un po’ ribaltata, la Block Stem Cisternino però ha difeso in maniera eccellente il proprio vantaggio, peccando in due momenti di inesperienza e venendo immediatamente puniti, e infine ha ottenuto la vittoria con un monumentale De Matos, che la serie A scopre ora, ma il popolo giallorosso ama follemente da parecchi anni. Nel mezzo anche le grandi parate di Micoli, soprattutto su due tiri liberi, fin troppo generosi, che hanno permesso al numero 22 della Block Stem di essere incoronato tra i migliori dell’esordio. Non male come prima!

La cronaca

La gara si apre con delle novità, Rescia non ce la fa per il Pescara, che opta per un quintetto sperimentale con Pietrangelo, Romano, Morgado, Burato e Azzoni, Basile lascia fuori Araujo ed Eduardo e opta per un quintetto tutto nuovo, Micoli, Leggiero, Fabinho, Franklin e Paulinho.
E’ proprio di quest’ultimo la prima occasione, con un lob dalla propria metà campo che si infrange sulla traversa, ma i segnali di grande prestazione ci sono tutti.
Un minuto più tardi, al 7’ Saad prova la botta da fuori, Micoli è attentissimo e gli nega il goal. Azione in fotocopia che vede questa volta protagonista Pina, ma a sbarrargli la strada sulla linea di porta è Borruto.
Pina mette la quinta, dopo una giocata deliziosa di Bruno sull’out di sinistra, il pallone è per il maghetto brasiliano, che trova un perfetto Pietrangelo.
Nella parte centrale di prima frazione, il Cisternino fa molto possesso palla, ma è di Rosa l’occasione più pericolosa per i delfini, con l’argentino che a tu per tu con Micoli si fa neutralizzare un goal semplice da realizzare.
Goal sbagliato, goal subito, Pina orchestra una ripartenza per il Cisternino e De Matos finalizza l’1-0.
Nel secondo tempo, il Pescara entra con il piglio giusto, Paulinho all’11’ riconsegna il pallone a Micoli, ma è il secondo tocco nella stessa azione del portiere giallorosso, ed è punizione di seconda ma dal limite per il Pescara, che la sfrutta al meglio con Salas, 1-1.
Al 14’ De Matos fa un goal spaventoso, prima dribbla di tacco il proprio difensore e poi con un sinistro chirurgico segna l’1-2.
Il Cisternino commette cinque falli, gli arbitri, abbastanza generosi, concedono due tiri liberi al Pescara che li fallisce entrambi per l’ottima opposizione di Micoli.
Nel finale Micoli non spazza e Morgado fa 2-2, ma è De Matos il gladiatore della serata, con la tripletta sulla sirena finale, 2-3.

Commenti

Sport361, lo sport a 360 gradi + 1. E' un canale di Lifestyleblog.it

Privacy Policy

Privacy Policy

Facebook

To Top